Lago-di-Garda.NET - navigare nell'informazione del Garda
Recensioni
       
 
Spettacoli > leggi le recensioni
   
Spettacoli
  Recensioni e commenti e approfondimenti su spettacoli teatrali
 
       
 
Musica > leggi le recensioni
   
Musica
  Recensioni e commenti sugli eventi musicali a livello locale e nazionale
 
       
 
Libri > leggi le recensioni
   
Libri
  Recensioni e commenti dal mondo dell’editoria
 
       
 
Cinema > leggi le recensioni
   
Cinema
  Recensioni dei film in sala e in home video
 
       
 
Scienza > leggi le recensioni
   
Scienza
  Commenti e approfondimenti dal mondo scientifico
 
       
 
Curiosità > leggi le recensioni
   
Curiosità
 
 
 
 
Banner IL NODO TEATRO: produzione spettacoli teatrali in tutto il nord Italia. Organizzazione rassegne e corsi di teatro. www.ilnodo.com
 
Banner ITS, siti web con elevata visibilità sui motori di ricerca. www.itsol.it
 
Banner LIBRERIA LA FENICE. A Brescia vende Libri antichi e fuori catalogo. accedi al sito web www.librerialafenice.it
 
Broker internazionale commercio metalli ferrosi e non ferrosi
 
Il Nodo Video: produzione audiovisivi



 
     
   
   
                       
  Invia d un amico Invia ad un amico   Stampa la pagina Stampa   Aggingi ai preferiti Aggiungi ai preferiti   Aggingi ai preferiti Feed Rss
                       
     
 
Sabato 04/05/2013
 
 

Luciana Savignano e Alejandro Angelica uniti in un abbraccio avvolgente

 
  (Archivio)  
 

Cosa pensi se dico tango?

 
 
 
     
   
       
   
  Nell’ambito della XVI edizione del Festival di Danza di Brescia diretto artisticamente da Luisa Cuttini, sabato 27 aprile al Teatro Sociale è andato in scena lo spettacolo “Tango di Luna” con un’interprete d’eccezione: Luciana Savignano.
Sin dal suo primo incedere dal fondo della platea, la figura ieratica di quest’icona della danza classica, che poi del tutto classica non è mai stata, ha catturato l’attenzione del pubblico per la sua presenza carismatica. Alla soglia dei 70 anni, la Savignano possiede ancora quel naturale fascino magnetico che ha fatto di lei l’artista che è.
 
     
 

Quando si pronuncia il suo nome, nessuno la immagina col tutù, seppur facente parte del gruppo di danzatori scaligeri che ha tenuto alto il nome della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala di Milano a partire dagli anni ’50 con le prime esperienze di studio al Bolshoi di Mosca, dove i ruoli di repertorio venivano insegnati e corretti fin nel minimo dettaglio da chi li aveva danzati una vita intera. Se il nome di Carla Fracci è legato a doppio filo a quello di Giselle vestita col degas romantico e quello di Liliana Cosi viene associato ai ruoli  di Odette o Aurora col piatto bianco o rosa,  Luciana Savignano viene immortalata con la tutina color nudo del Bolero. Il suo fisico ed il suo viso sono ben lontani dai canoni della figura del danzatore classico degli anni della sua formazione e della sua carriera: fisico asciutto, con braccia e gambe lunghissime e un ovale quasi orientale del viso, scolpito dagli zigomi altissimi. Tra i numerosissimi ruoli creati per lei dal grande Bejart, La Luna è forse quello che più mette in risalto le sue peculiarità fisiche.
La “novità” del tango ci ha colti di sorpresa, ma perché no? Nella vita non si finisce mai di imparare e quindi ecco un’allieva alla ricerca di un maestro e di una scuola di tango. La voce di lei che chiede al cameriere “Scusi, è qui che si impara il tango?” ha risuonato in sala come l’eco di una bimba timida, ma con il tono misto tra l’emozione e l’eccitazione di chi sa che sta per fare qualcosa che in qualche modo cambierà il modo di ascoltare l’altro nella sua vita.
 “Cosa pensi, se dico tango?” chiede il maestro. In quel momento ciascuno degli spettatori si sarà dato una risposta diversa, ma nessuna può essere considerata giusta e nessuna  sbagliata; sono solo sfaccettature diverse di un ballo bellissimo che quando ti prende è come una droga. Tra le risposte possibili, è stata scelta quella dello sguardo, ovvero la prima regola che bisogna imparare se si vuol ballare quando si va in milonga. “Miranda y cabezeo” fanno parte del galateo del tango: per fare un invito, uomo e donna si guardano, lei fa un cenno con la testa per accettare o meno la proposta, senza che nessuno dei due ancora si sia mosso.
La lezione inizia indossando le scarpe coi tacchi e camminando. In realtà infatti il tango, nasce come una bellissima camminata fatta tenendosi abbracciati per sentirsi meno soli in una terra straniera; nel momento in cui le anime si pongono in condizione di ascolto reciproco, si fondono insieme ed ecco si diventa un tutt’uno dato che “nel tango, uno più uno, fa ancora uno”.
Alejandro Angelica, ballerino, coreografo ed insegnante di tango, nonché autore del libro Tangopuro, ha guidato l’esile corpo di Luciana Savignano per tutta la serata evidenziando la straordinaria leggerezza della ballerina. Pur avendo due figure molto diverse tra loro, entrambi gli artisti, insieme hanno saputo essere comunicativi e ci hanno coinvolto nella loro sfera emotiva. Con loro si sono esibiti anche Matteo Bittante, Fabrizio Calanna, Cristian Cucco che si sono dimostrati davvero poco virili per le necessità richieste dallo spettacolo; se infatti si fa eccezione per i pochi momenti in cui il cameriere assomiglia ad una macchietta stile “Vizietto”, che fa sorridere lo spettatore, poi sarebbe stato appropriato riprendere la fisicità del corpo cui tutti e tre appartengono.


Sonia Baccinelli 27 aprile 2013

 
Aggiungi a Del.icio.us Aggiungi a digg Aggiungi a Facebook Aggiungi a FURL Aggiungi a Google Bookmarks Aggiungi a SphereIt Aggiungi a Spurl Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo My Web Aggiungi a OK Notizie
     
   
     
     
   
     

 
Banner LIBRERIA LA FENICE. A Brescia vende Libri antichi e fuori catalogo. accedi al sito web www.librerialafenice.it
 
 
 
 
 
     
  04/05/2008  
Una badante tra passato ed attualità  
  Nell’ultimo testo di Cesare Lievi convivono la quotidiana realtà del m...  
     
  28/04/2008  
La Concessione del Telefono. Il Teatro Stabile di Catania chiude la stagione del CTB con il miglior spettacolo presentato quest’anno a Brescia.  
   
   
 
 
 
   
  Scopri tutte le informazioni sul comune di Brescia
   
 
Eventi sul Lago di Garda  
  Scopri tutti gli eventi e le manifestazioni culturali...  
     
Luoghi e locali  
  Trova il tuo albergo, ristorante, i locali per
il tempo libero...
 
     
Recensioni  
  Leggi tutte le recensioni che abbiamo...