Lago-di-Garda.NET - navigare nell'informazione del Garda
Recensioni
       
 
Spettacoli > leggi le recensioni
   
Spettacoli
  Recensioni e commenti e approfondimenti su spettacoli teatrali
 
       
 
Musica > leggi le recensioni
   
Musica
  Recensioni e commenti sugli eventi musicali a livello locale e nazionale
 
       
 
Libri > leggi le recensioni
   
Libri
  Recensioni e commenti dal mondo dell’editoria
 
       
 
Cinema > leggi le recensioni
   
Cinema
  Recensioni dei film in sala e in home video
 
       
 
Scienza > leggi le recensioni
   
Scienza
  Commenti e approfondimenti dal mondo scientifico
 
       
 
Curiosità > leggi le recensioni
   
Curiosità
 
 
 
 
Banner IL NODO TEATRO: produzione spettacoli teatrali in tutto il nord Italia. Organizzazione rassegne e corsi di teatro. www.ilnodo.com
 
Banner ITS, siti web con elevata visibilità sui motori di ricerca. www.itsol.it
 
Banner LIBRERIA LA FENICE. A Brescia vende Libri antichi e fuori catalogo. accedi al sito web www.librerialafenice.it
 
Broker internazionale commercio metalli ferrosi e non ferrosi
 
Il Nodo Video: produzione audiovisivi



 
     
   
   
                       
  Invia d un amico Invia ad un amico   Stampa la pagina Stampa   Aggingi ai preferiti Aggiungi ai preferiti   Aggingi ai preferiti Feed Rss
                       
     
 
Mercoledì 12/11/2014
 
 

Il pianista russo si esibisce a conclusine del Festival Verdi di Parma

 
  (Archivio)  
 

Magnifico Sokolov al Teatro Regio

 
 
 
     
   
       
   
  Grigory Sokolov è una figura abbastanza anomala nell’attuale panorama musicale. Nonostante sia infatti uno dei massimi pianisti a livello internazionale si tiene rigorosamente lontano dal mondo dello star system, evita la sala d’incisione (i pochi cd che si trovano sul mercato sono tutti rigorosamente live), ed anche l’approccio che ha nei confronti delle sue esibizioni è abbastanza particolare.  
     
 

Una volta definito il programma questo rimane immutato per alcuni mesi, viene provato quotidianamente nella sala del concerto, a volte anche sino a pochi minuti prima dell’apertura delle porte al pubblico, ed una volta terminata la sezione “ufficiale” iniziano i bis, di solito sei, che per scelta dei brani e durata complessiva si possono considerare a tutti gli effetti una terza parte del concerto.
Anche l’approccio nei confronti del pubblico è altrettanto singolare: sin dal suo ingresso in scena Sokolov appare già immerso nella sua musica ed il rito dell’inchino prima di iniziare a suonare sembra quasi un atto dovuto, una semplice formalità della quale probabilmente farebbe anche a meno.
Ricordo a questo proposito un concerto a Brescia in cui eseguì di seguito tre sonate di Beethoven, chiedendo espressamente al pubblico di applaudire soltanto alla fine dell’ultima.
Questo atteggiamento rende ogni sua interpretazione quasi ascetica, sicuramente molto meditata e assolutamente personale, oltre che straordinaria, qualunque sia il compositore affrontato.
Prova di tutto ciò l’abbiamo avuta nel recente concerto al Teatro Regio di Parma, in occasione del Festival Verdi, in un programma che spaziava da Bach a Chopin, passando per Beethoven, per tacere dello Schubert dei bis.
Il suo Bach della Partita numero 1 è leggero, immediato, quasi la musica sgorgasse spontanea dalla tastiera. Non vi è alcuna sensazione di forzatura, la simmetria e l’apparente semplicità dello spartito vengono esaltate da un’interpretazione misurata e cristallina.
Più meditate la settima Sonata di Beethoven e la terza di Chopin; quest’ultima eseguita con tempi leggermente più dilatati rispetto a quanto siamo abituati ad ascoltare. Tutto però appare logico e naturale, perché questa è la musica di Sokolov. Ogni nota di questa musica nasce da un profondo pensare e sentire e da una tecnica ineccepibile. Nulla è casuale, tutto è perfettamente consequenziale e già dai primi attacchi ci si sente immersi in una realtà sonora che soggioga e conquista.
Grigory Sokolov, un pianista “asceta”, sulla scia dei Benedetti Michelangeli e dei Richter, che fortunatamente ama concedersi al pubblico in numerose tournée confermandosi come uno dei più grandi talenti del nostro tempo.

Davide Cornacchione 3 novembre 2014

 

 
Aggiungi a Del.icio.us Aggiungi a digg Aggiungi a Facebook Aggiungi a FURL Aggiungi a Google Bookmarks Aggiungi a SphereIt Aggiungi a Spurl Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo My Web Aggiungi a OK Notizie
     
   
     
     
   
     

 
 
 
 
 
 
     
  01/05/2008  
Un Attila minimalista conclude la stagione lirica al Filarmonico  
  La partitura giovanile di Giuseppe Verdi proposta in un allestimento e...  
     
  01/05/2008  
“Nixon in China” finalmente in Italia  
  La Fondazione Arena di Verona ha allestito con successo la prima rappr...  
   
 
 
 
   
  Scopri tutte le informazioni sul comune di Parma
   
 
Eventi sul Lago di Garda  
  Scopri tutti gli eventi e le manifestazioni culturali...  
     
Luoghi e locali  
  Trova il tuo albergo, ristorante, i locali per
il tempo libero...
 
     
Recensioni  
  Leggi tutte le recensioni che abbiamo...