Lago-di-Garda.NET - navigare nell'informazione del Garda
Recensioni
       
 
Spettacoli > leggi le recensioni
   
Spettacoli
  Recensioni e commenti e approfondimenti su spettacoli teatrali
 
       
 
Musica > leggi le recensioni
   
Musica
  Recensioni e commenti sugli eventi musicali a livello locale e nazionale
 
       
 
Libri > leggi le recensioni
   
Libri
  Recensioni e commenti dal mondo dell’editoria
 
       
 
Cinema > leggi le recensioni
   
Cinema
  Recensioni dei film in sala e in home video
 
       
 
Scienza > leggi le recensioni
   
Scienza
  Commenti e approfondimenti dal mondo scientifico
 
       
 
Curiosità > leggi le recensioni
   
Curiosità
 
 
 
 
Banner IL NODO TEATRO: produzione spettacoli teatrali in tutto il nord Italia. Organizzazione rassegne e corsi di teatro. www.ilnodo.com
 
Banner ITS, siti web con elevata visibilità sui motori di ricerca. www.itsol.it
 
Banner LIBRERIA LA FENICE. A Brescia vende Libri antichi e fuori catalogo. accedi al sito web www.librerialafenice.it
 
Broker internazionale commercio metalli ferrosi e non ferrosi
 
Il Nodo Video: produzione audiovisivi



 
     
   
   
                       
  Invia d un amico Invia ad un amico   Stampa la pagina Stampa   Aggingi ai preferiti Aggiungi ai preferiti   Aggingi ai preferiti Feed Rss
                       
     
 
Venerdì 06/11/2015
 
 

Riuscito allestimento del capolavoro verdiano con i finalisti del concorso di voci verdiane.

 
  (Archivio)  
 

Rigoletto “a teatro” a Busseto

 
 
 
     
   
       
   
  Dopo la riuscita esperienza di Traviata dello scorso anno, il Festival Verdi ha proseguito nell’iniziativa di allestire a Busseto un’opera con i vincitori del concorso di voci verdiane, puntando su un altro classico, ovvero Rigoletto.
La novità dell’edizione 2015 consiste nel fatto che lo spettacolo non è più una ripresa ma un nuovo allestimento creato per l’occasione e firmato da Alessio Pizzech per la regia coadiuvato da Davide Amadei nelle scene e i costumi.
 
     
 

L’idea suggerita è quella del teatro nel teatro: la scenografia consiste in alcuni pannelli che rappresentano l’interno del teatro stesso ed i vari cambi scena sono coordinati da due figuranti vestiti da maschere che già il pubblico aveva incontrato nell’entrare in platea.
Si può certo dire che l’idea non sia nuovissima (tra i precedenti più recenti si può citare il Don Giovanni di Carsen alla Scala), tuttavia la coerenza e l’efficacia delle soluzioni proposte hanno contribuito alla totale riuscita di uno spettacolo di grande interesse.
Durante il preludio vengono proiettati a proscenio dapprima il titolo dell’opera, quindi una serie di fotografie di celebri Rigoletti del passato, quasi a voler introdurre uno spettacolo di tipo cinematografico.
Durante la festa a Palazzo Ducale i protagonisti sono vestiti in abiti d’epoca mentre il coro è in realtà il pubblico in smoking che, con tanto di programma di sala, occhieggia quello che accade in scena.
Gilda è una giovane cantante lirica che aspira al successo e la sua casa è in realtà il camerino del teatro, sul cui specchio ha appeso le foto delle grandi Gilde del ‘900: Sutherland e Scotto in primis.
La scena di seduzione da parte del conte in realtà rappresenta il suo debutto in scena e “Caro nome” diventa una esercitazione, con tanto di spartito, eseguita sotto l’occhio vigile di Giovanna.
Interessante anche il terzo atto in cui un sipario cala a metà del palcoscenico, quindi per il pubblico è come trovarsi sul palco a sipario chiuso al termine dello spettacolo in cui si è appena esibita Maddalena, cui fa visita il conte, offrendole lo stesso cesto di fiori che prima aveva portato a Gilda.
Segue l’amplesso tra i due e la tragedia finale a palcoscenico praticamente vuoto con solo due fari calati a metà a creare atmosfera.
Si potrà obbiettare che molte di queste soluzioni non collimano perfettamente con il libretto, tuttavia l’idea a mio avviso funziona bene ed è ricca di spunti.
Interessante anche l’aspetto musicale: Carlos Cardoso è un Duca di Mantova dal timbro chiaro e morbido. Buon fraseggiatore e dotato di un registro acuto che gestisce senza difficoltà. Al suo fianco Maria Bagalà supera le insidie di Gilda grazie ad una voce fresca, pulita e disinvolta nelle agilità, nonostante un piccolo taglio nella cadenza di Caro nome.
Dongyong Hoh è un Rigoletto dal timbro caldo e morbido ma il risultato complessivo è penalizzato da una pronuncia difficoltosa a volte ai limiti dell’incomprensibile. Discorso analogo per lo Sparafucile di  Myeongjun Shin.
Ben cantata ma poco incisiva la Maddalena di Da Mi Lee mentre Eliar Tahouri è un Monterone vocalmente inadeguato.
Appropriato l’apporto di  Marianna Mennitti  come Contessa di Ceprano e Paggio, Michele Patti quale Marullo, Nicolò Donini,  Ceprano , Manuel Amati, Borsa.
Incisivo come sempre il coro ottimamente preparato da Martino Faggiani.
Fabrizio Cassi alla testa della Filarmonica Arturo Toscanini ha saputo imprimere compattezza all’orchestra assecondando i cantanti e facilitandone il compito sul palcoscenico.
Al termine applausi calorosissimi da parte di un Teatro Verdi come sempre esaurito in ogni ordine di posti.

Davide Cornacchione 24/10/2015

 
Aggiungi a Del.icio.us Aggiungi a digg Aggiungi a Facebook Aggiungi a FURL Aggiungi a Google Bookmarks Aggiungi a SphereIt Aggiungi a Spurl Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo My Web Aggiungi a OK Notizie
     
   
     
     
   
     

 
Banner IL NODO TEATRO: produzione spettacoli teatrali in tutto il nord Italia. Organizzazione rassegne e corsi di teatro. www.ilnodo.com
 
 
 
 
 
     
  01/05/2008  
Un Attila minimalista conclude la stagione lirica al Filarmonico  
  La partitura giovanile di Giuseppe Verdi proposta in un allestimento e...  
     
  01/05/2008  
“Nixon in China” finalmente in Italia  
  La Fondazione Arena di Verona ha allestito con successo la prima rappr...  
   
 
 
 
   
  Scopri tutte le informazioni sul comune di Busseto
   
 
Eventi sul Lago di Garda  
  Scopri tutti gli eventi e le manifestazioni culturali...  
     
Luoghi e locali  
  Trova il tuo albergo, ristorante, i locali per
il tempo libero...
 
     
Recensioni  
  Leggi tutte le recensioni che abbiamo...