Lago-di-Garda.NET - navigare nell'informazione del Garda
Eventi nei dintorni del lago di garda
       
 
Manifestazioni > leggi le news
   
Manifestazioni
  Informazioni e aggiornamenti inerenti manifestazioni sul territorio
 
       
 
Spettacoli > leggi le news
   
Spettacoli
  Notizie dal mondo del teatro, a livello nazionale e internazionale
 
       
 
Mostre > leggi le news
   
Mostre
  Notizie e informazioni dal mondo dell’arte
 
       
 
Musica > leggi le news
   
Musica
  Notizie e informazioni dal mondo della musica; concerti, esibizioni, dischi
 
       
 
Libri > leggi le news
   
Libri
  Informazioni e aggiornamenti dal mondo letterario nazionale e internazionale
 
       
 
Corsi e scuole > leggi le news
   
Corsi e scuole
  Notizie e informazioni su scuole e occasioni di apprendimento
 
       
 
Cinema > leggi le news
   
Cinema
  Informazioni e notizie dal mondo del cinema
 
       
 
Scienza > leggi le news
   
Scienza
  Notizie e aggiornamenti dal mondo della scienza
 
       
 
Incontri e convegni > leggi le news
   
Incontri e convegni
  Informazioni e notizie su incontri e convegni nella zona gardesana
 
       
 
Sport e territorio > leggi le news
   
Sport e territorio
  Informazioni e news sul mondo dello sport
 
       
 
Curiosità > leggi le news
   
Curiosità
 
 
 
 
Banner IL NODO TEATRO: produzione spettacoli teatrali in tutto il nord Italia. Organizzazione rassegne e corsi di teatro. www.ilnodo.com
 
Banner ITS, siti web con elevata visibilità sui motori di ricerca. www.itsol.it
 
Banner LIBRERIA LA FENICE. A Brescia vende Libri antichi e fuori catalogo. accedi al sito web www.librerialafenice.it
 
Broker internazionale commercio metalli ferrosi e non ferrosi
 
Il Nodo Video: produzione audiovisivi



 
     
   
   
                       
  Invia d un amico Invia ad un amico   Stampa la pagina Stampa   Aggingi ai preferiti Aggiungi ai preferiti   Aggingi ai preferiti Feed Rss
                       
     
 
Mercoledì 19/08/2009
 
 

3, 4, 5 SETTEMBRE 2009

 
  (Evento passato)  
 

VILLAFRANCA IREALE MUSIC FESTIVAL

 
 
Castello Scaligero di Villafranca
 
     
   
JTQ
       
   
  JTQ
   
 
Quando? il calendario dell'evento
da Giovedì 3 Settembre 2009
a Sabato 5 Settembre 2009
 
     
 

Villafranca Ireale Music Festival è una novità per la Città di Villafranca. Un festival musicale interamente ad ingresso gratuito che vuole diventare il nuovo appuntamento fisso dell’estate culturale della splendida città scaligera, con nomi di spicco della scena internazionale.

 

 
     
 

Un festival dalla lunga gestazione (circa sei mesi), fortemente voluto dall’Associazione Ireale in collaborazione con Factory e MusicAlive e co-organizzato a tutti gli effetti con il Comune di Villafranca, particolarmente sensibile e predisposto ad un festival nato e organizzato per Villafranca.  Alessandro Capuano, ideatore del festival, commenta: "Un grazie particolare all'amministrazione che ha ha creduto insieme a tutti noi a questo progetto, sostenendolo e dandoci gli strumenti necessari per la sua realizzazione. Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto ad oggi e sono fiero di portare in questa città un'alternativa culturalmente valida per i giovani ma non solo, in generale per tutta la cittadinanza. Penso che una proposta di questo spessore all'interno del castello si diversifichi da altre fatte finora sotto molti se non tutti gli aspetti, artistici e non solo". Il programma è di valore assoluto, considerando l’impegno nell’avere ospiti nazionali e internazionali, oltre che veronesi, e l’ingresso gratuito. Villafranca Ireale Music Festival si svolge giovedì 3, venerdì 4 e sabato 5 settembre nel Castello Scaligero di Villafranca (VR). Quest’ultimo giorno, in concomitanza con la Notte Bianca. Si parte giovedì 3 settembre con una esclusiva nazionale. A distanza di anni dalla sua ultima calata in terra veronese, arriva a Villafranca Ireale Music Festival il maestro indiscusso dell’Hammond groove, ovvero James Taylor con James Taylor Quartet aka JTQ. JTQ è conosciuto in tutto il Pianeta per alcune sue reinterpretazioni di famosissime colonne sonore. Il primo album, infatti, titola “Mission Impossible”, ma tutti lo conoscono e riconoscono per la sua versione della sigla iniziale di “Starsky&Hutch”, addirittura più famosa dell’originale. La sua proposta è acid jazz (qualcuno dice addirittura che la definizione “acid jazz” sia stata inventata per descrivere il suo genere) virata sull’Hammond B3, il più raro e prezioso organo Hammond. Oltre ai dischi solisti (una ventina circa), James ha collaborato con artisti quali U2, Tina Turner, Manic Street Preachers, The Pogues ma anche con Tom Jones per l’album “Reload” pluri-premiato con dischi di platino. Senza dubbio, però, sono tutti d’accordo che JTQ danno il loro meglio dal vivo, con concerti intensi, assolutamente concentrati su groove e ritmo. L’ultimo cd firmato JTQ risale al 2003 e titola “Oscillator”, aperto da una maestosa interpretazione di “Jesus Christ Superstar”, che la dice lunga sulla sua passione a re-inventare la storia della musica da film. In apertura di serata, vale la pena menzionare la presenza di una band veronese, a sottolineare l’importanza di far crescere una scena musicale veronese che in città non trova abbastanza opportunità di spicco. In questa occasione l’onere e onore di aprire il concerto di JTQ spetta a Funkeys, una giovanissima band dell’età media di 20/21 anni che propone funky jazz strumentale alla maniera dei più scafati musicisti. I concerti inizieranno alle 21.00; prima e dopo ogni concerto la colonna sonora sarà affidata a Depa, dj veronese particolarmente famoso tra i collezionisti, vista la sua immensa collezione di vinile soul, funk e rare groove. Apertura cancelli e stand eno-gastronomici ore 18.00. Ingresso gratuito. Venerdì 4 settembre ci si sposta dall’Inghilterra agli Stati Uniti. E dall’acid jazz si passa al funk, quello di James Brown! La serata, infatti, sarà in parte dedicata a “the Godfather of soul”. A garanzia della perfetta riuscita di un nome così altisonante, la presenza di Waldo Weathers, ovvero il saxophonista e vocalist che ha accompagnato James Brown negli ultimi dodici anni, guadagnandosi l’etichetta di “the Pope of funk”, affibbiatali da James Brown stesso. A supportare l’esibizione di Waldo Weathers sarà la nostra Morblus Band, tra le funky band più note in Europa, guidata dall’inossidabile Roberto Morbioli.  Morblus aprirà la serata e, poco dopo, si unirà a loro sul palco Waldo Weathers per uno spettacolo di oltre due ore a tutto funk & soul. Questo “nonnetto” di Nashville, Tennessee, non ha suonato solo con James Brown. Il suo palmares è da guinness dei primati. Tra le collaborazioni, spiccano innanzitutto Michael Jackson, Jerry Lee Lewis, BB King, Bo Diddley e moltissimi altri. Inoltre, può vantare di aver suonato nei più importanti festival al mondo. Basti citare Woodstock e Montreaux Jazz Festival, o situazioni come le Olimpiadi e l’Hollywood Bowl. Anche per la serata di venerdì 4 settembre, la colonna sonora sarà garantita, prima e dopo i concerti, da Depa dj. I concerti inizieranno alle 21.00. Apertura cancelli e stand eno-gastronomici ore 18.00. Ingresso gratuito. Veniamo dunque alla Notte Bianca, altro evento fortemente voluto dal Comune di Villafranca, per vivere la città scaligera a tutto tondo. L’interno del Castello sarà il fulcro della Notte Bianca, con animazione, giochi, busker’s acts, due concerti e dj set funk house per tutta la notte. La musica si accenderà presto, alle 19.00, mentre i live inizieranno alle 21.30. Sul palco saliranno per primi Lord Byron e Le Sue Amiche Ruspe, ensemble veronese di twist’n’roll. I nostri, oltre a vantare concerti e partecipazioni a festival oltre i confini nazionali, garantiscono un live intenso e divertentissimo, in bilico tra rock’n’roll anni ’60, twist e ska, tra pezzi originali e cover riarrangiatissime per divertire e divertirsi. Dopo di loro, un altro grande ritorno sulle scene veronesi. A distanza di anni, tornano i Ridillo, la funky band più famosa d’Italia! Canzoni come “Festa in 2”, “Mondo nuovo”, “Mangio amore”, “Figli di una buona stella” sono solo alcuni degli hit pubblicati dai Ridillo e diventati veri e propri classici della musica italiana. Ad oggi, infatti, Ridillo sono tra le poche band italiane, se non l’unica, a proporre il vero “funky italiano”. A differenza di tutti gli altri che propongono cover, loro sono riusciti a creare il vero stile italiano, mescolando il funky originale a testi in italiano, credibili e interessanti, senza dimenticare la base funk: il ritmo e il divertimento. Il loro ultimo album titola “Hello!”, pubblicato, dopo anni di indipendenza, da una major, ovvero Sony BMG. Al termine del concerto dei Ridillo, la Notte Bianca “nel Castello” continuerà con funky & house dj set garantiti dallo staff Maclà, tra i più noti in città in fatto di “clubbing”. Inoltre, non vanno dimenticati i momenti con l’intrattenimento delle arti circensi & busker’s acts (arti di strada). Anche per la Notte Bianca di sabato 5 settembre, i cancelli e gli stand eno-gastronomici apriranno alle 18.00. La musica si accenderà alle 19.00. Ingresso gratuito. L’appuntamento, dunque, è per giovedì 3, venerdì 4 e sabato 5 settembre a Villafranca Ireale Music Festival. 

Informazioni per il pubblico irealerockfestival@gmail.com.

 


 

 
 

GIOVEDÌ 3 SETTEMBRE
 

THE JAMES TAYLOR QUARTET (UK) James Taylor, il guru di Hammond, ha un piede ben piantato nel nuovo millennio, e l’altro ben piantato negli anni ’70. Pubblicando il suo diciottesimo album a giugno 2002, “Room At The Top”, James è rimasto coerentemente all’avanguardia nella scena jazz funk dal suo debutto avvenuto 15 anni prima. Il primo album dei JTQ, “Mission Impossible”, pose le radici di quello che sarebbe diventato il loro sound: funk-jazz acido guidato dall’Hammond. Nonostante l’ovvio talento da studio dei JTQ – James ha collaborato con artisti come U2, Tina Turner, Manic Street Preachers, The Pogues ma anche con Tom Jones per l’album “Reload” pluri-premiato con dischi di platino - sono meglio conosciuti e più amati per le loro memorabili esecuzioni live.  Sono conosciuti per le colonne sonore di film e televisione, live famosi, incluso il singolo di debutto dei JTQ “Blow Up”, l’affascinante “2001”, e ovviamente l’inimitabile, malfamato “Starsky & Hutch.” Il 2000 è stato un anno fitto di impegni come il resto della storia dei JTQ. Per promuovere  l’album “A Bigger Picture”, edito da Gut Records, i JTQ sono stati in tour in Europa toccando Svizzera, Italia, Spagna, Germania, Grecia, e i paesi Scandinavi continuando le loro regolari apparizioni nei festival europei. In Novembre viene realizzato un nuovo LP “Swinging London” – una raccolta di tracce iniziali, rare e non pubblicate - per Strange Fruit, seguito da un tour nel Regno Unito. Durante quest’anno, JTQ è il primo artista di fama internazionale ad esibirsi nella Belgrado post-Milosovic. Il 2001 vede il primo album di James per l’etichetta Ubiquity di San Francisco “Message From The Godfather”. Blues & Soul lo descrive come “il miglior album di Hammond…uno dei migliori due o tre migliori album di organo mai pubblicati”. Il primo di ottobre esce “Hammond-ology”, la storia della band in 36 tracce per Sanctuary Records. James calca le scene live nel Regno Unito, Europa e USA e finisce l’anno con il suo annuale soggiorno di sette notti al The Jazz Cafe. “Room At The Top”, l’album dei JTQ del 2002, vede protagonisti cammei come Roy Ayers e Ian Anderson (Jethro Tull), e ancora una volta fissa nuovi standard della calma tipica del groove Hammondiano. Il 2003 vede ancora una volta Taylor perseguire una linea musicale nuova; l’ultimo album “The Oscillator” (edito da Rootdown, via mactwo/BMG) è niente di meno che il massimo, orientato ai combo album di Hammond, contiene alcuni dei suoi più incisivi lavori recenti, una fertile e ricercata mente musicale mai avuta nel rincorrere il Buon Groove. 

Sito ufficiale www.jtq.co.uk
 

FUNKEYS (ITA) I Funkeys sono un giovane quintetto strumentale veronese, formatosi nel Settembre del 2008. Come suggerito dal nome, il loro intento è quello di creare un atmosfera inusuale ma interessante, e soprattutto divertente, per ogni amante della musica, proponendo un repertorio che spazia dal jazz al funky con sfumature latin e fusion, e comprendente classici di artisti come Herbie Hancock, Jaco Pastorius, Joe Zawinul, Brecker Brothers e James Taylor Quartet, oltre che pezzi originali. La formazione comprende Francesco Geminiani al sax tenore, Nicola Cipriani alle chitarre, Sergio Merlin al basso, Andrea Sbrogiò alla batteria e Luciano Stellin alle percussioni. Ognuno di questi proviene dalle esperienze musicali più disparate. Finora i posti in cui abbiam suonato sono il Jameika per il contest rock, il Time Out e il Tres Deseos. Abbiam altre date a Febbraio.  

Formazione Francesco Geminiani: sax tenore Nicola Cipriani: chitarre Sergio Merlin: basso Andrea Sbrogiò: batteria Luciano Stellin: percussioni 

Sito ufficiale www.myspace.com/funkeysvr  


VENERDÌ 4 SETTEMBRE


WALDO WEATHERS (USA) Waldo Weathers è un sassofonista e vocalist di fama mondiale! Ecco cosa dice di se stesso: "Sono sempre stato interessato a fare musica che è reale, la musica che fa muovere le persone e la danza e la maggior parte di tutta la musica che fa sentire bene" E questo è esattamente ciò che fa ... Far star bene le persone a suon della sua musica!  Waldo ha cominciato a suonare in una band chiamata anima The Hignt Lighters (successivamente chiamati New Birth), a dodici anni nella sua città natale di Louisville, Kentucky.  Trasferitosi in Texas, Waldo ha iniziato a lavorare nell’ambito della musica country, suonando con mega-star come Charley Pride e Johnny Taylor. Proprio in quel periodo ha dato vita al suo primo singolo country “She believes in me”. Ascoltando le sessioni di registrazione, il fonico dello studio ha detto "se questo non è country, non so cosa sia". Da allora, sino ad oggi, Waldo è l’unico sassonofista nero che i più grandi del country cerchino. Grazie a questa sua propensione, Waldo si trasferisce a Nashville e lavora con calibri come Charley Pride e Delbert McClinton. Ma ben presto le radici si fanno sentire. Waldo Weathers viene chiamato da sua maestà “the Godfather of soul” Mr. James Brown. Questo gli permette di entrare nel circo dorato del rhythm’n’blues & funk e a suonare con gente che port ail nome di Dr. John, BB King, Jerry Lee Lewis, Little Richard & The Endeavors, solo per citarne alcuni. Ha suonato in luoghi come The House of Blues, da Maxwells a Parigi. Ha suonato al Rock n'Roll Hall of Fame, Woodstock, e Montreaux Jazz Festival.  Waldo, oggi, vive a Nashville, nel Tennessee.

 

MORBLUS BAND

Considerata la più travolgente ed esplosiva blues funky band dello scenario europeo, la Morblus, con il suo straordinario sound intriso di funky, blues, r&b, e soul, sa riscaldare il pubblico come una vera “macchina da divertimento”. La Morblus è, infatti, un’autentica live band dall’impatto scenico prorompente, la cui incontenibile carica adrenalinica viene scaricata sul pubblico con estrema generosità. È in assoluto la  più ‘americana’ delle formazioni funky-blues europee, dotata di una torrenziale energia - espressa senza alcun risparmio nei concerti - ma mantenendo sempre alto il livello tecnico.
 Sito ufficiale www.morblus.it  

Discografia
1995 - Let the good times roll
1997 - 101% pure Morblus
1999 - 7 days of r&b
2001 - Push – Live at Fiamene
2003 - Mrs. Miller
2006 – I can’t go wrong

Tours e collaborazioni
Sandra  Hall Chicago “Bob” Nelson Beverly Hammond Big Jesse Paul Orta Preston Shannon Ush Brown Blu ”Benoit” Boy Rudy Rotta Tolo Marton Louisiana Mojo Queen Ronnie Earl 

 

SABATO 5 SETTEMBRE


RIDILLO
I cinque Ridillo nascono nel 1991 e già nel 1992 vincono il secondo premio dello ‘‘Yamaha Music Quest’’ concorso internazionale che si svolge in Giappone. Nel 1994 vincono il primo trofeo ‘‘Roxy Bar’’ di Videomusic condotto da Red Ronnie.
Nel giugno del 1996 pubblicano il loro primo album dal titolo “Ridillo”: è la somma di tutte le esperienze precedenti, la comunicazione, il senso dell’ironia, il ritmo e quel gusto della melodia per cui sono immediatamente riconoscibili.
tra i singoli estratti ‘‘Mondonuovo’’ col quale partecipano a "Un disco per l'estate" e successivamente ‘‘Festa in 2’’, grande successo radiofonico, quindi “Arrivano i nostri”, uscito come terzo singolo dell’album d’esordio.
Realizzato durante il passaggio della cometa Hale Bopp, “Figli di una buona stella” è stato il pezzo di punta per l’estate 1997, che i Ridillo hanno lanciato dal vivo durante l’apertura dei concerti come supporto ai mitici Earth, Wind & Fire. Lo loro grande attività live viene coronata dalla vincita del Premio Titano/Festival S. Marino come migliore gruppo live 1997/98, sponsorizzato dalla Repubblica di San Marino e da Radio Capital. Nel 1998 il loro secondo album “Ridillove”,  seguito a breve da una edizione speciale con un intero cd dal vivo “Ridillive”, li ha confermati come una band dalle molte idee originali ed assolutamente unica nel panorama italiano. il singolo estratto è la mitica “Mangio Amore”. Nel 2000 il terzo album è prodotto dalla Best Sound e pubblicato da BMG Ricordi. Come il titolo “Folk’n’Funk”  lascia intendere, presenta un ulteriore aspetto del gruppo, mischiare il funky ed il nuovo soul alle melodie italiane arrivando in questo caso sino alle radici popolari del nostro folklore.
“…un frullato di migliaia di sonorità” spiega il pezzo che apre l’album e si può solo anticipare una fusione di stili secondo un avvicendamento naturale e una sapiente mistura di sacro e profano assecondato da quel ritmo contagioso che ha da sempre caratterizzato i cinque Ridillo. Il singolo estratto è “Rinascerò”. Nel 2001 i Ridillo fanno uscire due singoli con la New Music: "La vera disco" e " Prima, durante, dopo". Nel 2004 ritornano sulla scena in grande stile col nuovissimo "Weekend al Funkafé" album manifesto dell'unica vera funky band italiana. Il nuovo lavoro tratteggia e scandisce come in una lunga sequenza filmica tutti i momenti salienti di un tipico fine settimana, dalla partenza il Venerdì sera ai vari momenti trascorsi in questo locale immaginario (il Funkafé appunto).  Questo disco gronda di funk, soul, atmosfere easy, divertissement ed é ricchissimo di partecipazioni molto importanti, da Eumir Deodato a Carmen Villani, che torna a cantare dopo anni, Sam Paglia, Montefiori Cocktail e Dario Vergassola contribuiscono a rendere imperdibile ogni singola traccia. L'album contiene due cover, una di Stevie Wonder "Passo le mie notti qui da solo" che trova posto finalmente su disco dopo anni di esecuzioni solo live; l'altra é "Splendida giornata" di Vasco rivista in chiave soul raffinato che rappresenta la chiusura del fine settimana. Grazie ad un brano scritto da Bengi e inserito nel nuovo album di Gianni Morandi, a dicembre del 2004 ai Ridillo viene chiesto di accompagnare "il Gianni" nella trasmissione in diretta su Canale 5. Dopo il successo televisivo i Ridillo sono stati al suo fianco per tutta la tournèe che ha toccato i più bei teatri d’Italia e nella seconda parte i palasport il tutto per ottanta date, e come gran finale si sono ritrovati sul palco del Festivalbar proprio con la loro canzone "Corre più di noi". A Maggio 2007 esce il quinto album: “Soul assai brillante”. I grandi classici della musica nera, da sempre fondamentale punto di riferimento del gruppo nel percorso musicale, vengono affrontati non più come citazioni o elementi ispiratori, ma come temi da svolgere, come un  vero e proprio esame di maturità artistica attraverso una chiave interpretativa molto personale che rappresenta la cifra di questo nuovo lavoro. La track-list infatti non é la solita compilazione di pezzi storici che renderebbe questo disco simile a tanti altri album di cover, ma é un viaggio alla scoperta delle versioni italiane di alcuni classici della Black Music realizzati negli anni '60 e '70 da artisti più o meno noti come Caterina Caselli, Celentano, Mario Guarnera  oppure dai Four Tops  stessi che si cimentano con la nostra lingua. Così ad esempio  "Sitting on the dock of the bay" diventa " Navi ", Reach out i'll be there " diventa "Gira Gira"  o "More than a Woman" diventa "Talmente donna" nella versione di Renato dei Profeti. Il risultato é un esplosivo mix di sonorità Black così votate alla ritmica, al movimento e alla sensibilità melodica italiana in un'alternanza di stati d'animo che consegna ad ogni pezzo una nuova veste, una lettura che mai ti aspetteresti. A Ottobre 2008 esce il sesto album dal titolo “HELLO!”
Formazione:
Daniele Bengi Benati: voce, chitarra Alberto Benati: tastiere, voce Claudio Zanoni: tromba, chitarra, voce  Paolo D’Errico: basso, fischio Renzo Finardi: batteria, percussioni.
 Sito ufficiale
www.ridillo.it


 
LORD BYRON E LE SUE AMICHE RUSPE

Lord Byron e Le Sue Amiche Ruspe nascono sui banchi delle scuole medie Paolo Caliari dove Arrigo e Nicola, compagni di classe e amici, condividono lo stesso amore spasmodico per il do fa sol e il beat italiano. Nel tempo Arrigo matura il suo essere romantico e comincia a comporre canzoni sui grandi temi della gioventù veronese quali la super serata, la baia delle sirene, l'apparecchio dell'amore, l'essere dei nerd... Dopo alcuni cambi di formazione, costituiscono un organico con Giuditta e Davide in grado di esprimere virtuosamente tutte le potenzialità del do fa sol. Consapevoli di ciò, decidono di proporre al grande pubblico il frutto di anni di "Ossessiva ricerca del già sentito" (il nome del demo che distribuisono solo ai concerti)!  Formazione Arrigo “Lord Byron” Cestari: voce / batteria Nicola “Wolfango” Monti: chitarra/tastiere cori Giuditta “Lady Judith” Cestari: batteria / voce Silvio “Barone Von Hendrix” Grando: chitarra Mirko “Mirkomachine” De Santi: basso  Siti ufficiali www.lordbyronelesueamicheruspe.com
www.myspace.com/lordbyronelesueamicheruspe.com

 

 
 

 

Inizio concerti ore 21.00. Apertura ristorante & stand eno-gastronomici ore 18.00. Ingresso gratuito.

 

 
Aggiungi a Del.icio.us Aggiungi a digg Aggiungi a Facebook Aggiungi a FURL Aggiungi a Google Bookmarks Aggiungi a SphereIt Aggiungi a Spurl Aggiungi a Technorati Aggiungi a Yahoo My Web Aggiungi a OK Notizie
     
   
     
     
   
     

 
Banner ITS, siti web con elevata visibilità sui motori di ricerca. www.itsol.it
 
 
 
 
   
  Scopri tutte le informazioni sul comune di Villafranca di verona
   
 
Eventi sul Lago di Garda  
  Scopri tutti gli eventi e le manifestazioni culturali...  
     
Luoghi e locali  
  Trova il tuo albergo, ristorante, i locali per
il tempo libero...
 
     
Recensioni  
  Leggi tutte le recensioni che abbiamo...